Riviere azione
 
a cura di Roberto Stancati
 

Ormai per il Benevento non ci sono più parole e aggettivi: 4-0 all'Ascoli e campionato in cassaforte più che mai; Ascoli poco reattivo, a parte la forza della capolista, e fragile fuori casa. Sugli scudi Sau autore di una tripletta ma tutti i giallorossi formano una orchestra perfetta dalla quale esce il dolce suono della serie A. Alle spalle mantengono il ritmo Pordenone e Crotone; i friulani regolano al di là del punteggio striminzito una Cremonese impalpabile che tra poco potrebbe esonerare Baroni; i calabresi strapazzano il Trapani mai pervenuto durante la partita e la cura Castori ancora non si vede. La novità nelle zone altissime è rappresentata dall'Entella volitiva e determinata che va a vincere a Cittadella contro una squadra che in casa non rende al massimo. I veneti comunque sono lì e mantengono la posizione anche perché gli inseguitori fanno a gara per complicarsi la vita; detto dell'Ascoli, crolla in casa il Perugia che al “Curi” non ingrana e cede l'intera posta al Venezia che ringrazia è opera un balzo notevole in chiave salvezza; Oddo ora rischia il posto così come Zauri che annaspa con l'alterno Pescara che si fa imporre il pari dal Chievo in una partita scialba e con poche emozioni. Alterna anche la Salernitana che perde a La Spezia sprecando molto e fa risalire i liguri che attendono il recupero con la Cremonese come un Hollywood; brodino per Pisa e Frosinone che vanno in bianco nello scontro diretto mentre a dare un'altra accelerata in classifica abbondando per ora la zona rossa è la Juve Stabia che In piena zona Cesarina batte il Cosenza che certo, pur vittima di se stesso e di decisioni arbitrali molto discutibili, non merita di perdere in una partita avviata a un più che giusto nulla di fatto. I calabresi sono di nuovo terz'ultimi anche in sei punti sono racchiuse ben dieci squadre e tutto può accadere. In fondo sembrano pericolosamente staccate Trapani e Livorno. I labronici comunque danno segni di vita pareggiando ad Empoli contro la vera delusione del campionato; primo punto per Tramezzani, tempi duri per Muzzi in odore di esonero. Ora tutti in vacanza e con la testa al mercato. Molte cose cambieranno (Benevento escluso) e nel girone di ritorno ne vedremo delle belle. Alla ripresa spiccano anticipo e posticipo: al venerdì 17 Frosinone-Pordenone mentre lunedì 20 un imperdibile derby tra Cosenza e Crotone.

Il Cosenza

                     Dopo due vittorie che comunque hanno risollevato morale e classifica per il Cosenza inopinata e immeritata sconfitta al “Menti” di Castellammare. Agli Sgoccioli della partita il rigore che ha deciso un incontro avviato su un pari salomonico e concesso dall'arbitro per fallo di mano netto di Capela su tiro di Cissè con lo stesso attaccante stabiese che si era aggiustato il pallone con un braccio; da qui le vibranti proteste dei silani non nuovi a queste disavventure. Al di là di ciò il Cosenza aveva tenuto bene il campo e solo una ingenuità difensiva con Sciaudone che invece di liberare causava un angolo in modo puerile da cui è scaturita l'azione del rigore ha condannato Corsi e compagni. Forse una maggiore intraprendenza non avrebbe fatto male ma si sa del senno di poi ... Piuttosto è piaciuto nel Cosenza lo spirito di reazione dopo il gol quando nei pochi minuti a disposizione per due volte Idda è andato vicinissimo al pari che sarebbe stato ultra meritato e denota la vitalità dei rossoblù. Si gira a venti punti sino a poco tempo fa considerata utopia e si può costruire attraverso il mercato, un uomo faro a centrocampo su tutto, qualcosa di importante per non correre rischi. La base è solida (6 difesa) spetta ai dirigenti fare il resto. Consideriamo poi che Lazaar sarà a pieno regime è già ieri forse poteva entrare un po' prima e che, caso forse unico, la squadra che comunque è terz'ultima è a zero come differenza reti.


 

L'ANALISI DEI NUMERI

IL COSENZA IN CAMPIONATO

 PARTITE GIOCATE
  2 8 8  0
 PARTITE VINTE   1 0 8 1
 PARTITE PAREGGIATE   0 9 0 7
 PARTITE PERSE   0 8 9 2
 RETI FATTE
  3 3 2 4
 RETI SUBITE   3 0 3 1
 

DALL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina

MERCATO

MERCATO INVERNALE SERIE B

NOTIZIE DA ... FROSINONE

Bandiera Frosinone

PROSSIMO TURNO

Cosenza logo Frosinone logo
COSENZA FROSINONE

Venerdì 21 febbraio 2020 - ore 21:00
Serie B - 25giornata

ULTIMO TURNO

Livorno logo

0 - 3

Cosenza logo

LIVORNO
  COSENZA

Sabato 15 febbraio 2020 - ore 15:00
Serie B - 24a giornata

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA