Un anno fa il Cosenza tornava in Serie B, riviviamo insieme quelle emozioni
 
a cura di Eliseno Sposato
 

Un anno fa il Cosenza conquistava un’insperata ma meritatissima promozione in Serie B. Riproponiamo quanto scrivemmo a caldo al termine della finale di Pescara per ribadire il nostro grazie a tutti i protagonisti di quella fantastica cavalcata.

Alla fine quello che sembrava un sogno, si è avverato. Il Cosenza torna in Serie B dopo 15 anni di vera sofferenza. 15 anni in cui abbiamo visto 2 fallimenti societari, 2 squadre iscritte allo stesso campionato di Serie D che si sono affrontate in un derby(?) senza che nessuna delle due indossasse la gloriosa maglia rossoblù, ma anche campionati vinti con merito ed una Coppa Italia di Lega Pro in bacheca, unico trofeo nazionale vinto da una squadra calabrese.

Poi il miracolo di questa stagione che forse, come non mai, ci aveva fatto storcere il naso per lunghi mesi. Mesi in cui non abbiamo risparmiato nulla a nessuno dei protagonisti, quasi come se la nostra crescente frustrazione, fosse solo colpa loro e non del nostro sentirci più grandi di quello che era la nostra condizione attuale.

Un anno fa il Cosenza tornava in Serie B, riviviamo insieme quelle emozioni

Poi la svolta dopo la pesante sconfitta interna con il Rende, le poche centinaia di spettatori presenti allo ancor più scialbo pareggio interno con l’Akragas con il pubblico che volta le spalle alla squadra continuando a tifare solo per la maglia.

Ma proprio in quest’occasione sono venuti fuori gli uomini veri, quelli che indossavano la gloriosa casacca rossoblù con pieno merito, che hanno saputo comprendere nel profondo l’animo cosentino, facendolo proprio e valorizzandolo sul campo da calcio.

La squadra allestita dal DS Trinchera, verso il quale tutti dobbiamo ancora una volta fare pubblica ammenda, si è rivelata la più forte di tutte quelle che hanno partecipato ai Play-Off, perché seppur con qualche piccola sofferenza, vedi il pareggio con la Casertana, ha inanellato 7 vittorie, 1 pareggio ed 1 sola sconfitta, peraltro immeritata per come aveva dominato la gara esterna contro il Südtirol, segnando la bellezza di 16 reti, incassandone solo 6. Numeri che certificano la supremazia della squadra guidata da un tecnico di grande spessore come Piero Braglia.

Un anno fa il Cosenza tornava in Serie B, riviviamo insieme quelle emozioni

Una cavalcata seguita in un crescendo rossiniano dal popolo rossoblù, che è aumentato gara dopo gara, che si è ricreduto gara dopo gara, presenziando in numeri da capogiro nella semifinale di ritorno e portando 10.000 entusiasti ed innamorati pazzi, sulle scalee dello stadio Adriatico di Pescara, convinti come i calciatori, che quello che “semBra impossiBile” si sarebbe realizzato, perché tutti uniti abbiamo ululato come Lupi, perché il Cosenza rispetta con le promozioni gli anni che terminano con il numero 8, perché si giocava in quel di Pescara dove l’immenso Gigi Marulla ci regalò una delle più grandi gioie della storia, perché 30 anni dopo è spuntato un Cosenza degno di quello dei Simoni, Giovanelli, Padovano, Bergamini, Marino, Lucchetti ecc. ecc. molti dei quali presenti da tifosi oggi allo stadio.

Un anno fa il Cosenza tornava in Serie B, riviviamo insieme quelle emozioni

È stata la vittoria di tutti: dal Presidente Guarascio a tutti i suoi collaboratori, dal più accanito e sempre presente tifoso, fino all’ultimo degli “occasionali”, degli ultras e dei diffidati, ma anche di chi ci ha lasciato prematuramente, anche di quelli che ripetono come un mantra “ancora appriassu aru Cusenza jati?”, dei giornalisti piacioni e di quelli criticoni. Ma più di tutti è stata la vittoria di un gruppo di uomini veri che rispondono ai nomi di Saracco, Corsi, Idda, Palmiero, Mungo, Okereke, Bruccini, Tutino, D’Orazio, Dermaku, Camigliano, Pascali, Zommers, Ramos, Perez, Pasqualoni, Baclet, Boniotti, Trovato, Calamai, Loviso, Braglia jr., Quintiero e, dulcis in fundo, mister Braglia.

Questi nomi resteranno nella storia perché hanno compiuto un’impresa epica che ha riportato il nome del Cosenza, lì dove tutti vogliamo che resti.

 Riscopriamo la gioia di quella serata attraverso le foto dei nostri Riccardo Tucci ed Ernesto Pescatore, cliccando sui link sottostanti:

Le foto della gara

La festa in campo

Baci da Pescara

I tifosi sugli spalti dell'Adriatico


 

L'ANALISI DEI NUMERI

IL COSENZA IN CAMPIONATO

 PARTITE GIOCATE
  2 8 6  6
 PARTITE VINTE   1 0 7 7
 PARTITE PAREGGIATE   0 9 0 3
 PARTITE PERSE   0 8 8 5
 RETI FATTE
  3 3 0 5
 RETI SUBITE   3 0 1 3
 

DALL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina

MERCATO

MERCATO ESTIVO SERIE B

NOTIZIE DA ... CITTADELLA

Bandiera Cittadella

PROSSIMO TURNO

Cittadella logo Cosenza logo
CITTADELLA COSENZA

Venerdì 18 ottobre 2019 - ore 21:00
Serie B - 8giornata

ULTIMO TURNO

Cosenza logo

1 - 1

Venezia logo

COSENZA
  VENEZIA

Sabato 05 ottobre  2019 - ore 15:00
Serie B - 7a giornata

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA