Federici
 
ernesto a cura di Ernesto Pescatore
 

Ci ha lasciato Luciano Federici, aggredito dal letale virus che sta mietendo migliaia di vittime. Mediano laterale, nato a Carrara il 16 maggio 1938, ha vestito la casacca rossoblù per ben cinque campionati, dal 1958-59 al 1962-63, tre campionati di serie C e due di Serie B, totalizzando ben 126 presenze e 3 reti in campionato e 3 presenze in Coppa Italia. Nel 1963 fu ceduto al Pisa, dove giocò addirittura un campionato in serie A.

Serietà e determinazione, forte spirito agonistico e doti atletiche eccellenti: queste le qualità più rilevanti di Luciano Federici. Sul campo giocatore duro e tenace, nella vita uomo buono e leale: ha resistito a tanti scontri con avversari di alto livello, ma nulla ha potuto contro un avversario invisibile e cattivo.

L’esordio con la maglia rossoblù il 28 settembre 1958 a Chieti, dove il Cosenza pareggiò per 1-1. Tanti gli aneddoti che gli sportivi e tifosi cosentini ricordano; ne descriviamo uno in particolare per far capire l’attaccamento ai colori rossoblù di questo grande campione.

Era il 4 marzo 1962, la venticinquesima giornata del campionato di serie B, ed il Cosenza ospita all’Emilio Morrone, dove rientrava dopo due mesi di “esilio”, il Messina. Al 31', in seguito ad uno scontro aereo tra Federici e Lazzotti, il rossoblù resta a terra: spacco profondo all’arcata sopraccigliare destra che rende necessari cinque punti di sutura; dopo un tentativo di rientro vistosamente bendato ed il prodigarsi del dott. Strazzulli, Federici è costretto con la forza pubblica ad abbandonare il campo, invitato anche dall’applauso dell’arbitro internazionale Jonni. La partita termina 1-0 per i lupi, rimasti in none uomini, con una rete di Compagno al 68’: negli ultimi 11 incontri il Cosenza aveva raccolto solo 4 punti.

Questo era il significato dell’attaccamento alla maglia, che oggi, purtroppo, in tanti, disconoscono. E fu proprio da quell’episodio che il Cosenza, penultimo in classifica con soli 20 punti, riuscì a vincere tutte le restanti sei partite interne (Novara 1-0, Parma 1-0, Monza 3-1, Lucchese 2-1, Genoa 1-0 e Pro Patria 2-1) ed a salvare la cadetteria.

Che questo episodio sia da lezione a tanti!

Ciao Luciano.


 

 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail

L'ANALISI DEI NUMERI

IL COSENZA IN CAMPIONATO

 PARTITE GIOCATE
  2 8 9 0
 PARTITE VINTE   1 0 8 4
 PARTITE PAREGGIATE   0 9 0 9
 PARTITE PERSE   0 8 9 7
 RETI FATTE
  3 3 3 6
 RETI SUBITE   3 0 4 5
 

DALL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina

MERCATO

MERCATO INVERNALE SERIE B

NOTIZIE DA ... LA SPEZIA

Bandiera Spezia

PROSSIMO TURNO

Spezia logo Cosenza logo
SPEZIA COSENZA

Venerdì 10 luglio 2020 - ore 21:00
Serie B - 33giornata

ULTIMO TURNO

Cosenza logo

0 - 1

Ascoli logo

COSENZA
  ASCOLI

Venerdì 03 luglio 2020 - ore 21:00
Serie B - 32a giornata

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA