4a Giornata - sabato 16 settembre 2017 - ore 18.30

1 - 1

 
TABELLINO
  COSENZA
  FIDELIS ANDRIA  
1 PERINA Pietro
1
MAURANTONIO Roberto
5
IDDA Riccardo 2
DE GIORGI Francesco 86' 
31
DERMAKU Kastriot 86' 
4
ALLEGRINI Giacinto 41'  14
29
PASCALI Manuel 43'  94' 
6
RADA Ionut
3
PINNA Paride
21
CURCIO Felipe 73' 
21
BRUCCINI Mirko
8
PICCINNI Marco
6
PALMIERO Luca 73'  79'  24
25
 QUINTO Marcello
 
7
MUNGO Domenico 79'  23
11
MATERA Antonio
10
CACCAVALLO Giuseppe
10
LATTANZIO Riccardo 76'  13
16
BACLET Allan 66'  9
9
CROCE Antonio 66'  29
25
TUTINO Gennaro 57'  11
7 BARISIC Maks 76'  17
  A DISPOSIZIONE   A DISPOSIZIONE  
22 SARACCO Umberto
22
CILI Marco
2
CORSI Angelo
3
PIPOLI Luca
13
PASQUALONI Federico
14
TIRITIELLO Andrea 41'  4
15
BONIOTTI Alberto
17 ESPOSITO Alessio 76'  7
30
D'ORAZIO Tommaso
23
BOTTALICO Andrea
18
COLLOCOLO Michele
24
PAOLILLO Ruggiero
20
TROVATO Mattia
13
SCARINGELLA Michele 76'  10
23
CALAMAI Matteo 79'  7
16
MINICUCCI Manuel
26
LOVISO Massimo
29
NADAREVIC Enis 66'  9
9
MENDICINO Ettore 66'  16
11
STATELLA Giuseppe 57'  25
24
LIGUORI Luigi 79'  6
  Allenatore: Gaetano FONTANA
  Allenatore: Valeriano Michele LOSETO
 
 
Arbitro: Davide CURTI di Milano
Assistenti: Marco TRINCHIERI di Milano e Cosimo CATALDI di Bergamo

Note
 

Serata calda. Terreno di gioco in discrete condizioni. Cosenza in completo rossoblù con maglia a strisce orizzontali e Fidelis Andria in completo bianco con inserti azzurri. Assenti: nel Cosenza Stranges non in buone condizioni fisiche e Quintiero per scelta tecnica; nella Fidelis Andria Colella, infortunato e Antonacci, Celli, Ippedico e Di Cosmo per scelta tecnica. Ex della gara nelle fila del Cosenza, Giuseppe Statella. Osservato un minuto di silenzio per le vittime dell'alluvione nella città di Livorno.

MARCATORI: 73' Curcio (F), 94' Pascali (C).

ANGOLI: 6-3 (p.t. 5-2).

AMMONIZIONI: 43' Pascali (C), 73' Palmiero (C), 86' De Giorgi (F), 86' Dermaku (C).

SPETTATORI: 1.790 dei quali 1.034 paganti e 661 abbonati.

INCASSO: € 9.549,00; quota abbonati pari a € 2.970,00.

POSSESSO PALLA: COSENZA 50%  (p.t.46%  s.t.54%),  F.ANDRIA 50%  (p.t.54%  s.t.46%)

RECUPERO:  p.t. 3'; s.t. 5'.

 


Cronaca
 

Dopo appena 3’, Curcio batte una punizione insidiosissima e colpisce il palo con Perina battuto, ma la sfera schizza fuori dalla porta; il pallone finisce sui piedi di Piccinni che dovrebbe solo appoggiare in rete, ma la difesa calabrese fa muro e si salva. Dopo lo spavento iniziale il Cosenza si sistema ed inizia a prendere le misure. Ripetutamente crea grattacapi alla difesa azzurra con verticalizzazioni veloci lanciate dai piedi di Palmiero, ma la difesa di Loseto riesce a calcolare le distanze. La Fidelis però non si tira indietro e al 20' si rende nuovamente pericolosa: Barisic raccoglie un passaggio filtrante di Curcio sul versante sinistro dell'area di rigore cosentina, crossa basso al centro, Lattanzio a rimorchio spara a botta sicura, ma si divora un goal praticamente già fatto grazie ad un pronto intervento di un difensore calabrese. Il Cosenza però prende coraggio ed il finale è tutto di marca rossoblù: al 40', dopo un disimpegno sbagliato di Curcio, Caccavallo recupera palla in area, si accentra e lascia partire un tiro incrociato di sinistro che sfiora il palo. Intanto Allegrini si ferma probabilmente per un problema muscolare e fa il suo ingresso il campo Tiritiello. La difesa biancazzurra non riesce subito ad adattarsi al cambiamento e al 44' l'attacco cosentino confeziona una clamorosa occasione da goal: Palmiero vede il perfetto taglio di Bruccini, lo serve benissimo in verticale; il centrocampista tira di prima intenzione, miracolo di Maurantonio che non trattiene; il numero 21 di casa riesce a tirare nuovamente in caduta, ma trova ancora una grande deviazione di piede del portiere ex Taranto; la palla si alza a campanile e scende verso la linea, ma Curcio è ben posizionato e mette in angolo annullando definitivamente ogni pericolo. Ultima occasione di un primo tempo per lunghi tratti noioso che termina dopo i tre minuti di recupero concessi dall’arbitro Curti di Milano. La seconda frazione inizia con gli stessi ventidue in campo, ma soprattutto si apre con un’occasione per parte: prima il gran tiro da fuori di Caccavallo al 48' che finisce di poco al lato sul secondo palo; poi al 50' Rada costringe agli straordinari Perina da punizione. I ritmi si abbassano, le squadre non riescono a costruire azioni pericolose. Inizia il gran valzer di cambi che, in particolare, porta la Fidelis all’inserimento di Nadarevic al posto di un ancora sottotono Antonio Croce. Poi, all’improvviso, l’episodio che gira la partita: 72', Palmerio liscia un controllo al limite, Lattanzio si avventa sul pallone e costringe il mediano di casa a commettere fallo; dalla punizione successiva vien fuori una perla di Curcio, che insacca nel sette con Perina immobile. Vantaggio andriese che gela il Marulla. Il Cosenza si riversa in avanti e, nonostante una gran rovesciata di Mendicino che costringe Maurantonio all’ennesimo miracolo della gara, si fa trovare più volte scoperta. Al 79', infatti, la Fidelis rischia di chiudere i conti: gran corss sul secondo palo di De Giorgi, tiro al volo di Matera, ma questa volta è Perina a compiere una gran parata. Il portiere andriese dei lupi, poi, si ripete immediatamente dopo su un tiro a giro di Nadarevic. La squadra di Fontana alza i ritmi, la Fidelis sembra in controllo, ma in pieno recupero arriva l’ennesimo suicidio biancazzurro: calcio d’angolo battuto da Caccavallo verso il centro dell’area, Pascali, tutto solo, si lancia verso la sfera ed insacca in acrobazia. Nei minuti finali, poi, succede di tutto. L’arbitro Cipriani fischia anticipatamente la fine della gara (fissata al termine dei 5 minuti di recupero) salvo poi ritornare sui suoi passi e non accorgersi dell’assenza di Maurantonio fra i pali alla ripresa del gioco. Un errore che sarebbe potuto costare carissimo alla Fidelis e che macchia comunque un’ottima direzione di gara sino a quel momento.

 


Giudice Sportivo
 
II ammonizione per Pascali; I ammonizione per  Palmiero e Dermaku.
 

 

STATISTICHE GARA
COSENZA 1 - 1
FIDELIS ANDRIA
TOT.   TOT.
5
5
10
TIRI TOTALI 12
7 5
4
2
6 TIRI IN PORTA 10
5
5
1
3 4 TIRI FUORI 2 2
0
6
11
17
FALLI SUBITI 16
9
7
10
8
18
FALLI COMMESSI 17
6 11
2
2
4
FUORIGIOCO  3
2
1
1
2
3
AMMONIZIONI 1
0
1
0
0
0
ESPULSIONI 0
0
0
0
0 0
RIGORI 0
0
0
0
0
0
PALI E TRAVERSE 1p 1p
0
5
1
 6 ANGOLI 3
2
1
46%
54%
50%
POSSESSO PALLA 50%
54%
46%

 

 

 

 

L'ANALISI DEI NUMERI

IL COSENZA IN CAMPIONATO

 PARTITE GIOCATE
  2 8 2 5
 PARTITE VINTE   1 0 6 6
 PARTITE PAREGGIATE   0 8 8 8
 PARTITE PERSE   0 8 7 2
 RETI FATTE
  3 2 6 9
 RETI SUBITE *   2 9 7 1
 * 3 reti a tavolino; in attesa del ricorso

 

DALL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina

NOTIZIE DA ... CREMONA

Bandiera Cremonese

PROSSIMO TURNO

Cremonese logo Cosenza logo
CREMONESE COSENZA

Mercoledì 26 Settembre 2018 - ore 19:00
Serie B 5giornata

ULTIMO TURNO

Cosenza logo

1 - 1

Livorno logo

COSENZA   LIVORNO
Sabato 22 Settembre  2018 - ore 18:00
Serie B - 4a giornata

Prossimo turno - 21/23.09.2018

 Benevento  Salernitana 4 - 0
 Carpi  Brescia 1 - 1
 Cosenza
 Livorno
1 - 1
 Crotone
 Hellas Verona
1 - 2
 Lecce  Venezia
2 - 1
 Padova  Cremonese -
 Palermo  Perugia 4 - 1
 Pescara
 Foggia
1 - 0
 Spezia
 Cittadella 1 - 0
 Riposa  Ascoli
 

CLASSIFICA

Classifica offerta da Livescore.in