34 35
 
a cura di Riccardo Tucci
 
“Accadde il … “ viaggia indietro nel tempo, ma molto indietro, addirittura fino alla stagione 34-35. E’ appena il sesto campionato ufficiale al quale partecipa il Cosenza, quello di Prima Divisione. L’approdo in serie C direttamente non è alla portata della squadra rossoblù che cerca soprattutto di disputare un campionato dignitoso e piazzarsi fra le prime sei che hanno diritto ad accedere alla nuova serie C. L’inizio della stagione è disastroso: tre sconfitte nelle prime tre gare di campionato ed ultimo posto in classifica in coabitazione con i cugini della Reggina. Per vedere il successo il Cosenza deve attendere un’altra domenica quando batte il Savoia fra le mura amiche. Il pareggio esterno a Potenza fa da preludio ad uno “scontro diretto” se così si può chiamare dopo sole sei giornate, quello con i bianconeri dell’Alcamo. Le note parlano di una stentata vittoria del Cosenza sulla squadra siciliana, sebbene la superiorità dei rossoblù non sia mai stata in discussione, specialmente nel primo tempo. Un Cosenza rivoluzionato nei ranghi, con una coppia inedita di terzini, comanda con autorità l’incontro stringendo i bianconeri nella propria metà campo: una pressione ossessiva che non trova riscontro nel punteggio finale, troppo avaro per i calabresi. Un primo tempo senza reti ed una ripresa incandescente e scoppiettante con un’alternanza di reti che ha visto sempre avanti il Cosenza e sempre raggiunto e, quando i rossoblù agguantano il secondo vantaggio, la partita assume un tono indiavolato; passano appena due minuti e l’Alcamo riagguanta la parità con Sternieri, che approfitta di un pasticcio tra Pellicori, Rossetti ed Abbascià. La gara volge al termine ma il pubblico vuole il successo, le forze sono ridotte al lumicino ma all’88' Caliumi trova un tiro superbo che suggella un sofferto trionfo. La Palmese, prima classificata, disputerà gli spareggi per la serie B e, come nelle previsioni, il campionato del Cosenza si conclude a metà classifica mancando anche l’obiettivo del sesto posto appannaggio della Bagnolese dopo lo spareggio con il Savoia. Al termine della stagione i Lupi (con il Savoia) approdano ugualmente in serie C. Il diritto sportivo, acquisito dopo lunghi anni di lotte disciplinari, è riconosciuto formalmente dal superiore ente calcistico nazionale. Con deliberato del Direttorio Federale della F.I.G.C., in data 31 luglio 1935, l’A.S. Cosenza è ammessa a disputare il Campionato di Divisione Nazionale di Serie C e, conseguentemente, a partecipare alla Coppa Italia.” L’attestazione va a merito della doviziosa maturità sportiva raggiunta dalla città di Telesio, culla invidiata di atleti valorosi, di entusiasmo senza pari, di capacità organizzative impeccabili”. I ripescaggi c’erano già da allora!!!!
 

L'ANALISI DEI NUMERI

IL COSENZA IN CAMPIONATO

 PARTITE GIOCATE
  2 8 2 4
 PARTITE VINTE   1 0 6 6
 PARTITE PAREGGIATE   0 8 8 7
 PARTITE PERSE   0 8 7 2
 RETI FATTE
  3 2 6 8
 RETI SUBITE *   2 9 7 0
 * 3 reti a tavolino; in attesa del ricorso

 

DALL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina

NOTIZIE DA ... LIVORNO

Bandiera Livorno

PROSSIMO TURNO

Cosenza logo Livorno logo
COSENZA LIVORNO

Sabato 22 Settembre 2018 - ore 18:00
Serie B 4giornata

ULTIMO TURNO

Cittadella logo

2 - 0

Cosenza logo

CITTADELLA   COSENZA
Sabato 15 Settembre  2018 - ore 15:00
Serie B - 3a giornata

Ultimo turno - 14/17.09.2018

 Ascoli  Lecce 1 - 0
 Brescia  Pescara 1 - 1
 Cittadella
 Cosenza
2 - 0
 Cremonese
 Spezia
2 - 0
 Foggia  Palermo
1 - 2
 Hellas Verona  Carpi 4 - 1
 Livorno  Crotone 0 - 1
 Salernitana
 Padova
3 - 0
 Venezia
 Benevento 2 - 3
 Riposa  Perugia
 

CLASSIFICA

Classifica offerta da Livescore.in