84 85
 
a cura di Riccardo Tucci
 
Quante partite il giorno dell'antivigilia!!!!! Il Cosenza è sceso in campo per ben 12 volte, sette volte in casa e le restanti in trasferta. Il bilancio casalingo è lusinghiero, visto che ha conquistato l'intera posta in palio per quattro volte e per due ha pareggiato, a fronte dell'unica sconfitta subita dalla Salernitana nel campionato 73-74. Accadde il ... ci porta alla stagione 84-85. Il 23 dicembre è di scena al San Vito la Nocerina. In panchina siede Vincenzo Montefusco ed a Cosenza inizia quel ricambio che porterà pochi anni dopo al ritorno in serie B; via tutto il blocco storico sostituito dai nuovi arrivi portati dal compianto direttore Roberto Ranzani. In riva al Crati approda il primo blocco di uomini fedeli al DS: Simoni, Simeoni, Tivelli, Baldassarri, Del Rosso, Aita; il resto, Lombardo, Bergamini ecc., arriverà l'anno successivo. Il Cosenza parte bene, qualche risultato esterno, diversi successi casalinghi fanno sperare in un campionato d'avanguardia, ma il primo stop serio arriva il 18 novembre quando i lupi capitolano nel derby con il Catanzaro al "Ceravolo" per 4-1, derby condito da incidenti, scontri, sassate in un pomeriggio da incubo. Il Cosenza, che è a soli due punti dal Catanzaro capolista scivola inesorabilmente a metà classifica e, dopo una vittoria nell'altro derby, contro la Reggina incappa nella doppia trasferta di Caserta ed Agrigento da cui ritorna senza un punto. Il Natale è in arrivo ma il clima non lo è; la vetta, detenuta dal Palermo, dista ormai sei punti ed in mezzo ci sono sette squadre. A Cosenza arriva la Nocerina, ultima in classifica a pari punti con la Reggina; la squadra campana, allenata dall'ex Lino De Petrillo, che schiera una formazione di gente ormai a fine carriera quali Caricola, Bacci, Roccotelli, Raggi, il portiere Torchia, gioca una partita tutta sulla difensiva di fronte ad un Cosenza che risente del particolare momento della stagione. In un pomeriggio freddo e senza sole, con gli "ultrà" silenziosi per dissapori con la società, il Cosenza riesce ad avere ragione dei "molossi" soltanto sul filo di lana grazie ad un guizzo del solito Gigi Marulla. I 6000 spettatori del San Vito esplodono mentre si ammutolisce il nutrito gruppo di tifosi rossoneri; il Natale è salvo. Il Cosenza si riprenderà con il passare delle giornate accedendo alla Coppa Italia, per il resto, dopo un anno di purgatorio per il declassamento in serie C1 della passata stagione e Catanzaro e Palermo riconquistano d’autorità il passaporto per la serie B. Unica vera antagonista sulla strada della promozione il Messina, abilmente guidato dal tecnico Franco Scoglio. Protagoniste di una cavalcata senza troppi ostacoli, Catanzaro e Palermo, prevalgono per l’esperienza mostrata nei momenti topici della stagione e per il migliore organico a disposizione. Più in basso in graduatoria, nelle posizioni di rincalzo, Salernitana, Casertana e Cosenza, tre nobili in cerca di identità tecnica e societaria. Con Nocerina e Akragas, retrocedono in serie C2 il Francavilla, che non riesce a ripetersi, e la Reggina che, nonostante un ottimo girone di ritorno che gli consente di risalire la  classifica (al giro di boa occupava l’ultimo posto con 11 punti), viene esclusa per la peggiore differenza reti nei confronti della Cavese. Migliori realizzatori del torneo con 18 reti, sono i centravanti di due formazioni calabresi: Pino Lorenzo (Catanzaro) e Gigi Marulla (Cosenza) che a fine stagione emigreranno verso Genova, il primo sponda blucerchiata, il secondo sponda rossoblù.

L'ANALISI DEI NUMERI

IL COSENZA IN CAMPIONATO

 PARTITE GIOCATE
  2 8 1 0
 PARTITE VINTE   1 0 5 7
 PARTITE PAREGGIATE   0 8 8 5
 PARTITE PERSE   0 8 6 9
 RETI FATTE
  3 2 4 2
 RETI SUBITE   2 9 5 5
 

 

DALL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina

NOTIZIE DA ... FRANCAVILLA

Bandiera Francavilla

PROSSIMO TURNO

VFrancavilla cosenza
V. FRANCAVILLA COSENZA

Domenica 29 aprile 2018 - ore 17:30
37a giornata

ULTIMO TURNO

cosenza

0 - 3

Rende

COSENZA   RENDE
Domenica 22 aprile  2018 - ore 15:30
36a giornata

Ultimo turno - 22-23.04.2018

 Casertana
 Juve Stabia
3 - 1
 Catania  Trapani
1 - 2
 Cosenza  Rende
0 - 3
 Fidelis Andria
 Matera
0 - 1
 Monopoli  V. Francavilla 1 - 1
 Paganese  Sicula Leonzio 1 - 2
 Racing Fondi  Catanzaro 1 - 1
 Reggina
 Akragas 2 - 0
 Siracusa
 Bisceglie 1 - 1
 Riposa  Lecce
 

CLASSIFICA

Classifica offerta da Livescore.in