Occhiuzzi
 
depaola a cura di Marco De Paola
 

Queste le interviste dalla sala stampa del "Ciro Vigorito" di Benevento.

Mister Occhiuzzi

Cosenza ottima prestazione, ma è mancata quella concentrazione essenziale negli ultimi minuti. Cosa ne pensa?

Sicuramente è una partita difficile da commentare. Sapevamo di affrontare una squadra forte, ma sapevamo come affrontarla. Sapevamo che dovevamo soffrire, ma avevamo retto bene la partita. Sembrava una gara perfetta. Mi piace studiare le partite a freddo, per cui lo farò. Ora voglio solo che tutta questa rabbia che abbiamo vada in campo martedì.

Il Cosenza ha retto dal punto di vista atletico, ma oltre a questo è riuscito a imbrigliare bene il Benevento segno che lo avete studiato bene.

Esattamente, con il mister facciamo questo lavoro in settimana in base all’avversario che affrontiamo. Oggi c’era da lavorare tanto e la prestazione si è vista. Peccato per l’episodio finale che ci lascia a bocca asciutta.

Un parere sul Benevento? E gli obiettivi del Cosenza quali sono?

Il Benevento è una squadra molto preparata dal punto di vista tecnico e societario per cui sono certo che lotterà fino alla fine per compiere il salto di categoria. Il nostro obiettivo invece è migliorarci sempre. Anche lo scorso anno siamo partiti non benissimo, ma ci siamo rialzati. Lo stesso dovremo fare quest’anno rispettando la nostra indole: tirare fuori gli artigli.

Oggi avete cambiato modulo. Continuerete su questa strada?

 

La nostra è una squadra molto duttile, per cui il modulo viene scelto in settimana in base all’avversario che affronteremo.

Inzaghi

Mister Inzaghi

Una vittoria molto positiva in una partita che si credeva e si è rilevata difficile.

Lo sapevo fin da subito dopo la partita con la Salernitana. Il Cosenza poi è un’ottima squadra e lo ha dimostrato. Penso che alla fine abbiamo meritato di vincere, specialmente per l’occasione di Importa nel primo tempo. Vincere in questo modo, con un calcio d’angolo battuto in fretta, mi fa ben sperare: mostra carattere ed esperienza. È fuori di dubbio che dovremo migliorarci ancora, cercando di rischiare sempre meno. Dobbiamo dare continuità a queste tre vittorie martedì.

Armenteros poteva entrare prima, visto che è stato l’uomo che ha rivoluzionato la partita.

Purtroppo i cambi sono dettati anche dai minuti. Armentros per me era l’uomo che in quegli ultimi istanti poteva cambiare la partita. E così è stato.

Lei sul Cosenza aveva speso belle parole. In cosa vi ha messo in difficoltà?

Il Cosenza è un’ottima squadra e sono certo che metterà in difficoltà chiunque. Con i tre difensori e con i cinque centrocampisti sono molto compatti. In attacco hanno elementi veloci, per non parlare dei cambi. Dalla panchina hanno elementi che possono spostare gli equilibri. Sapevo che dopo un derby, anche per la volontà di volersi ripetere, avremmo trovato difficoltà. Se avessimo sbloccato prima la partita, sarebbe potuta essere una partita completamente diversa. C’è da lavorare e da martedì dobbiamo ricominciare a giocare come abbiamo fatto con Cittadella e Salernitana.

Le condizioni di Montipò e Volta?

 

Nulla di grave, semplice torcicollo. Ma con Manfredini in panchina si può stare tranquilli. Per quanto riguarda Volta il cambio è stato fatto per non rischiarlo ma Antei lo ha sostituito alla grande.

 

 

Cosenza ottima prestazione, ma è mancata quella concentrazione essenziale negli ultimi minuti. Cosa ne pensa?

Sicuramente è una partita difficile da commentare. Sapevamo di affrontare una squadra forte, ma sapevamo come affrontarla. Sapevamo che dovevamo soffrire, ma avevamo retto bene la partita. Sembrava una gara perfetta. Mi piace studiare le partite a freddo, per cui lo farò. Ora voglio solo che tutta questa rabbia che abbiamo vada in campo martedì.

Il Cosenza ha retto dal punto di vista atletico, ma oltre a questo è riuscito a imbrigliare bene il Benevento segno che lo avete studiato bene.

Esattamente, con il mister facciamo questo lavoro in settimana in base all’avversario che affrontiamo. Oggi c’era da lavorare tanto e la prestazione si è vista. Peccato per l’episodio finale che ci lascia a bocca asciutta.

Un parere sul Benevento? E gli obiettivi del Cosenza quali sono?

Il Benevento è una squadra molto preparata dal punto di vista tecnico e societario per cui sono certo che lotterà fino alla fine per compiere il salto di categoria. Il nostro obiettivo invece è migliorarci sempre. Anche lo scorso anno siamo partiti non benissimo, ma ci siamo rialzati. Lo stesso dovremo fare quest’anno rispettando la nostra indole: tirare fuori gli artigli.

Oggi avete cambiato modulo. Continuerete su questa strada?

La nostra è una squadra molto duttile, per cui il modulo viene scelto in settimana in base all’avversario che affronteremo.

L'ANALISI DEI NUMERI

IL COSENZA IN CAMPIONATO

 PARTITE GIOCATE
  2 8 8  6
 PARTITE VINTE   1 0 8 2
 PARTITE PAREGGIATE   0 9 0 8
 PARTITE PERSE   0 8 9 6
 RETI FATTE
  3 3 3 0
 RETI SUBITE   3 0 4 1
 

DALL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina

MERCATO

MERCATO INVERNALE SERIE B

NOTIZIE DA ... CHIAVARI

Bandiera Entella

PROSSIMO TURNO

Cosenza logo Virtus Entella logo
COSENZA V. ENTELLA

Sabato 20 giugno 2020 - ore n.d.
Serie B - 29giornata

ULTIMO TURNO

Chievo logo

2 - 0

Cosenza logo

CHIEVO V.
  COSENZA

Lunedì 09 marzo 2020 - ore 21:00
Serie B - 28a giornata

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA